Giornata mondiale senza tabacco

Il 31 Maggio è la Giornata Mondiale Senza Tabacco promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Smettere di fumare è un grosso passo verso la longevità.

Il primo punto del Nuovo Codice Europeo contro il Cancro testualmente recita: “Non fumare; se fumi, smetti. Se non riesci a smettere, non fumare in presenza di non fumatori”.

Se nessuno fumasse, il cancro ai polmoni sarebbe una malattia quasi inesistente e sarebbe di gran lunga ridotta anche l’incidenza del cancro della bocca e della vescica (esposta alle sostanze tossiche eliminate attraverso le urine). La LILT, da sempre, si occupa di educare per “debellare” la dipendenza dal fumo ed informare sui danni causati dalla sigaretta.

La LILT è impegnata nella lotta al fumo, col fine di educare alla salute un numero sempre più ampio di cittadini, a partire dai ragazzi in età scolastica.

Benefici dello smettere di fumare

Dopo 30 minuti: i battiti cardiaci e la temperatura delle mani e dei piedi si normalizzano.
Dopo 8 ore: aumenta la concentrazione di ossigeno nel sangue.
Dopo 12 ore: migliora il respiro.
Dopo 1 giorno: il monossido di carbonio nei polmoni cala drasticamente e migliora la circolazione.
Dopo 1 settimana: inizia a diminuire il rischio di un attacco cardiaco; bevendo acqua la nicotina viene eliminata del corpo; migliorano gusto, olfatto e alito; capelli e denti sono più puliti.
Dopo 1 mese: il polmone recupera fino al 30% in più della funzione respiratoria, con conseguente aumento di energia fisica.
Dopo 3-6 mesi: diminuisce la tosse cronica; anche il peso tende a normalizzarsi.
Dopo 1 anno: il rischio di infarto è dimezzato e si riduce anche il rischio di sviluppare un tumore.
Dopo 5 anni: il rischio di tumore al polmone si riduce del 50% e quello di ictus è pari a quello di un non fumatore.
Dopo 10 anni: il rischio di tumore si riduce ai valori minimi di probabilità.

I benefici per la salute si ottengono a qualsiasi età si smetta di fumare.

Visualizza il contributo degli esperti

Salvatore GiuntaMedico Chirurugo dentista
"Il cancro orale è strettamente correlato al fumo di sigaretta. Oggi il cancro della bocca colpisce, solo in Italia, 8.000 persone e per sconfiggerlo è necessaria prevenzione e diagnosi precoce"
Salvatore GarzianoDermatologo
"Da diversi anni sono state segnalate connessioni tra gli effetti nocivi del fumo e i problemi della pelle [...] problemi sia sul piano oncologico che su quello dermo-estetico"
Giancarlo PalmeriOtorinolaringoiatra
"I tumori delle prime vie aeree digestive rappresentano il 4-5% dei tumori che colpiscono il corpo umano. [...] tra i fattori di rischio, il fumo rappresenta il 33%, seguito da obesità, da una dieta scorretta, da inattività"
Calogero Giuseppe CastronovoChinesiologo/Personal Trainer
"Sport e tabacco: due termini inconciliabili tra loro sia per motivi socio-culturali che per motivi di natura fisiologica"
Maria Luisa ZodaPsicologa - Psicoterapeuta
“…il consumo del fumo è una dipendenza sia fisica che comportamentale e psicologica”
Elia VironePneumologo
"Il fumo di sigaretta è la principale causa della insorgenza e dello sviluppo del tumore polmonare. Si calcola che In Italia ci siano 38.000 nuovi casi di tumore polmonare all'anno."
Ildebrando D'AngeloOncologo - Radiologo
"...per quanto riguarda il rapporto tra il fumo e il tumore alla mammella, ci sono sicuramente delle correlazioni tra il fumo e le implicazioni ormonali..."
Salvatore UrsoMedico Generico/Ecografista
"Il fumo incide notevolmente sulla funzionalità della tiroide… In pazienti fumatori, la tiroide lavora di più e male…"
Dicembre 2017
D L M M G V S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
©2017 L.I.L.T. Sezione Provinciale di Caltanissetta - Viale della Regione, 30 - 93100 Caltanissetta - C.F. 92049310854 - Sitemap - Cookie Policy - Privacy